TAS12: Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) (600 ore)

Il nostro Corso Online di Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) offre i seguenti vantaggi:

  • Erogato da un Ente di Formazione Professionale accreditato ai sensi di legge
  • Conforme agli standard europei EQF e ECVET
  • Definito su standard professionali  i cui requisiti di conoscenze, abilità e competenze sono definite in modo trasparente e puntuali Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza (link al sito AIPTOC)
  • Riconosciuto dall’Associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali (AIPTOC) autorizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) a rilasciare Attestato di qualità e di qualificazione professionale dei Servizi ai sensi degli Artt. 4, 7 e 8 della legge 4/2013
  • Permette l’inserimento nell”Elenco dei Professionisti del Turismo, delle Arti e dello Spettacolo (EPTAS). L’inserimento nell’elenco EPTAS è gratuito.
  • E-learning: Il corso può essere frequentato online da qualunque luogo e in qualsiasi orario della giornata. Il corso è attivo e può essere iniziato e terminato in qualsiasi momento senza obblighi di scadenza.
  • inserito in un percorso di attestazione e qualificazione ai sensi della legge 4/2013 che prevede tre momenti  significativi
    • 1) corso online altamente innovativo con le conoscenze previste dal profilo professionale
    • 2) Project work operativo relativo alla realizzazione di un reale percorso escursionistico
    • 3) Attestazione e Qualificazione Professionale ai sensi della legge 4/2013 a seguito di affiancamento sul campo

Descrizione del percorso Formativo

Profilo Professionale e normativa di riferimento

Chi è

La Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) è una figura professionale ad alto contenuto intellettuale,  in grado di accompagnare persone singole o gruppi in ambienti di interesse naturale, illustrandone gli aspetti naturalistici, antropologici e culturali del territorio con connotazioni scientifico-culturali.

La Guida naturalistica possiede competenze specifiche per svolgere attività di:

  • Ideazione, Progettazione, Organizzazione, Comunicazione, Realizzazione e Miglioramento inerenti le offerte associate a itinerari di interesse naturalistico e ambientale.
  • Didattica, Interpretazione e educazione ambientale, educazione alla sostenibilità e Consulenza in materie naturalistiche e ambientali.

Note: Sono escluse dall’ambito professionale della Guida naturalistica tutte le attività e i percorsi che richiedano comunque l’uso di attrezzature e di tecniche alpinistiche, cioè corda, piccozza e ramponi.

La Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) può svolgere le attività sia per conto proprio (lavoro autonomo) sia per altre parti interessate in qualità di Esperto/Consulente

Le conoscenze

La Guida Naturalistica ha una profonda conoscenza del proprio territorio con particolare riferimento agli aspetti naturali e ambientali al fine di individuare e predisporre gli itinerari di interesse naturalistico e ambientali organizzando e realizzando le escursioni in massima sicurezza e con adeguato equipaggiamento degli escursionisti.

La Guida Naturalistica riesce a conciliare la conoscenza del Patrimonio Culturale del proprio territorio con percorsi naturalistici e ambientali anche al fine di approfondire la conoscenza di elementi di identità locali non solo dal punto di vista naturalistico ma anche antropico, storico e culturale.

Normativa e schemi di riferimento

Tale figura è inoltre riconosciuta dall’Associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali (AIPTOC) autorizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) a rilasciare Attestato di qualità e di qualificazione professionale dei Servizi ai sensi degli Artt. 4, 7 e 8 della legge 4/2013.

Le Associazioni ex Legge 4/2013 riconosciuti dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) svolgono da alcuni anni un ruolo sempre più importante e delicato nella formazione degli elenchi dei professionisti assoggettati alla legge 4/2013 (Professioni non organizzate in ordini o collegi).  A tal proposito è utile ricordare quanto è avvenuto negli ultimi anni: 

2021: La Regione Sicilia ha pubblicato un Decreto (DA 0033 del 19/01/2021) finalizzato alla realizzazione di un elenco delle guide ambientali, escursionistiche e naturalistiche operanti in Sicilia. Il Decreto stabilisce che possono essere inseriti nell’elenco i professionisti iscritti ai registri nazionali di Associazioni di categoria riconosciute dal Ministero dello Sviluppo Economico.

2020: Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 30 ottobre 2019 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale N°297 del 19 dicembre 2019, stabilisce che  i professionisti aderenti alle associazioni professionali individuate nell’elenco tenuto dal Ministero ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in possesso dell’attestazione rilasciata ai sensi della medesima legge sono stati individuati tra i possibili beneficiari delle agevolazioni previste dallo stesso Decreto

2019: Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBACT) con il D.M. 244 del 20 maggio 2019 ha  istituito l’elenco nazionale dei “Professionisti dei beni culturali” . Le associazioni ex Legge 4/2013, sono considerate associazioni certificanti ai sensi dell’art. 4, comma 7 del D.M 244/2019, per il riconoscimento dei requisiti professionali ai fini dell’inserimento nell’elenco nazionale dei “Professionisti dei beni culturali”.

Per approfondimenti sull’argomento e per altri esempi sull’importanza delle Associazioni ex legge 4/2013 si veda l’articolo: Verso una applicazione concreta della legge 4/2013

*

Nota: Limiti regionali alla Legge 4/2013

Le guide naturalistiche, cosi come tutte le altre professioni turistiche escluse dalle leggi non abrogate (Regio Decreto 488/1937, Legge 6/1989 e legge 81/1991)  che sono Guide Alpine, Guide Turistiche, Interpreti e Corrieri (Accompagnatori Turistici), sono da considerarsi Professioni non regolamentate in quanto tutte norme che permettevano alle regioni di regolamentare tali figure sono state abrogate. (Legge quadro sul turismo: l. 217/1983 – abrogata dalla L. 135/2001 – e Legge quadro sul turismo: legge n. 135 del 29 marzo 2001abrogata dal Codice del Turismo. Le Regioni che hanno emesso Decreti e Leggi che disciplinano la figura della Guida Naturalistica in virtù di leggi abrogate dovrebbero adeguare il loro assetto normativo aggiornando o abrogando le vecchie norme, anche al fine di uniformar la loro legislazione a livello nazionale e non creare discrepanze tra una regione ed un altra. Al momento la situazione normativa regionale , dovrebbe essere la seguente:

Regioni che non hanno una normativa specifica in materia di guide naturalistiche o che hanno abrogato precedenti normative:

Sicilia, Calabria, Umbria, Puglia, Lazio, Lombardia, Campania, Molise, 

In queste regioni è pienamente applicabile la legge 4/2013.

Regioni che hanno una normativa specifica in materia di guide naturalistiche:

Emilia Romagna, Piemonte, Sardegna, Toscana, Basilicata, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Trento, Liguria, Marche, Veneto (in fase di revisione)

In queste regioni la normativa nazionale potrebbe trovarsi in conflitto con quella regionale. E’ opportuno che i professionisti valutino l’applicabilità della Legge 4/2013 assieme ai funzionari delle rispettive regioni

Per approfondimenti sull’argomento : Professioni regolamentate, protette, non regolamentate e professioni turistiche: Un po’ di chiarezza 

Struttura del Percorso Formativo

Strutturazione del percorso formativo, Livello EQF e Crediti ECVET assegnati
600 ore di impegno totale (carico di lavoro complessivo necessarie per ottenere i risultati dell’apprendimento) distribuibili in media in un semestre e strutturate in:

    • 340 ore di formazione in modalità E-learning
    • 80 ore Project Work/Affiancamento
    • 180 ore di impegno da dedicare allo studio individuale, agli approfondimenti e al tempo per la preparazione per gli esami.

Crediti Formativi ECVET (CFE): 26 (24 per le U.D, 2 per il Project Work/Tirocinio/Affiancamento)
Livello EQF: 6

Il Percorso Formativo è riconosciuto da AIPTOC ed è erogato in collaborazione con la stessa. La collaborazione consiste nella valutazione del Project Work da parte di una guida naturalistica indicata da AIPTOC e dell’esame finale orale che avverrà in presenza di una guida naturalistica designata da AIPTOC.

Project Work/Affiancamento  

L’attività di Project Work avrà come obiettivo lo sviluppo di un progetto relativo a contesti reali. Il corsista dovrà realizzare un itinerario reale descritto attraverso una relazione dettagliata che non si limiti agli aspetti progettuali di massima ma che dia evidenza della fattibilità del percorso, dei rischi annessi, dei tempi di percorrenza, dell’equipaggiamento necessario e di ogni altra cosa che ne evidenzi l’aspetto reale e non solo progettuale  L’impegno complessivo per il Project Work è di almeno 80 ore. La valutazione del Project Work avverrà da parte di una Guida Naturalistica designata da AIPTOC.

E’ possibile integrare il Project work con attività di affiancamento, a cura del candidato, con Guide Naturalistiche riconosciute da una Associazione ex Legge 4/2013 per un totale di 3 escursioni.

Esame Finale
L’esame finale (scritto e orale, eventualmente in videoconferenza) .
I Partecipanti, una volta acquisti 26 Crediti ECVET potranno accedere all’esame finale (eventualmente, su richiesta, in videoconferenza)

Attestazioni rilasciate

  • Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica)

Nota: Come indicato nella scheda del profilo Professionale CP46: Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica ll corso, e quindi la relativa attestazione finale rilasciata, permette l’accesso diretto al settore base dell’elenco EPTAS delle Guide Naturalistiche, l’accesso al settore avanzato, così come l’iscrizione ad una Associazione Legge 4/2013 riconosciuta dal MISE a rilasciare Attestazione di Qualità e Qualificazione Professionale,  essendo la professione non regolamentata, non è obbligatoria ma è caldamente consigliata in quanto permette di ottenere l’attestato di Qualità e Qualificazione Professionale rilasciato ai sensi della legge 4/2013 dall’Associazione AIPTOC.  L’accesso al registro avanzato e rilascio di attestazione ai sensi della legge 4/2013, avviene  a seguito di almeno 3 attività di affiancamento con Guide Naturalistiche riconosciute da una Associazione ex Legge 4/2013 o da una regione dove tale figura è stata precedentemente regolamentata. Ogni singola sessione di affiancamento dovrà concludersi con una valutazione positiva da parte della Guida Naturalistica riconosciuta. per un totale di 3 escursioni. Laddove le 3 visite siano state fatte all’interno del corso, tali visite saranno riconosciute ai fini dell’inserimento nel registro avanzato.

 

Prerequisiti di Accesso

Non sono previsti requisiti di accesso, pertanto tutti possono accedere a tale percorso formativo, è comunque opportuno ricordare quanto segue:

In base a quanto indicato nella scheda del profilo professionale SP/TAECF/CP46: Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) vi sono i seguenti compiti facoltativi :

  • T8: Effettuare in prima persona interventi di primo soccorso in caso di incidenti o malore
  • T9: Interfacciarsi in lingua straniera in funzione del target territoriale di riferimento dei propri clienti

Nota: L’aspetto facoltativo T8 è legato alla presenza, nel team di accompagnatori dell’escursione, di una figura in possesso delle competenze per effettuare interventi di primo soccorso in caso di incidenti o malore (competenze dimostrate dal possesso del certificato rilasciato a seguito della frequenza di un corso di primo soccorso BLS erogato da enti autorizzati). Nel caso la Guida Naturalistica sia l’unico componente del team di accompagnatori, il compito T8 diventa obbligatorio. Pertanto ai fini dello svolgimento della professioni sarebbe opportuno che tutti i professionisti si dotino di patentino BLS. Il modulo del percorso formativo pur contenendo informazioni sulle modalità del primo soccorso non può in nessun modo essere considerato sostitutivo del patentino BLS che dovrà essere rilasciato da enti autorizzati.

La competenza del compito T9 può essere messe a disposizione anche da altri componenti del team di accompagnatori laddove la richiesta dell’utenza lo preveda. In ogni caso è consigliabile, al fine di operare in piena autonomia la conoscenza di una o più lingue straniere (livello A2 o superiore).

Destinatari

Gli argomenti trattati rendono adatto il percorso formativo ad un’ampia platea di persone, sostanzialmente chiunque operi o desideri operare all’interno della filiera culturale e turistica

Unità Didattiche e Competenze ECTAS acquisite

Competenze Professionali ECTAS ottenute. CP46: Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica)  L’inserimento nell’Elenco ECTAS è gratuito.

Nota: Come indicato nella scheda del profilo Professionale CP46: Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica ll corso, e quindi la relativa attestazione finale rilasciata, permette l’accesso diretto al settore base dell’elenco EPTAS delle Guide Naturalistiche, l’accesso al settore avanzato, così come l’iscrizione ad una Associazione Legge 4/2013 riconosciuta dal MISE a rilasciare Attestazione di Qualità e Qualificazione Professionale,  essendo la professione non regolamentata, non è obbligatoria ma è caldamente consigliata in quanto permette di ottenere l’attestato di Qualità e Qualificazione Professionale rilasciato ai sensi della legge 4/2013 dall’Associazione AIPTOC.  L’accesso al registro avanzato e rilascio di attestazione ai sensi della legge 4/2013, avviene  a seguito di almeno 3 attività di affiancamento con Guide Naturalistiche riconosciute da una Associazione ex Legge 4/2013 o da una regione dove tale figura è stata precedentemente regolamentata. Ogni singola sessione di affiancamento dovrà concludersi con una valutazione positiva da parte della Guida Naturalistica riconosciuta. per un totale di 3 escursioni. Laddove le 3 visite siano state fatte all’interno del corso, tali visite saranno riconosciute ai fini dell’inserimento nel registro avanzato.

Tra parentesi, quanto presente, il codice di competenza tematica ECTAS riconosciuto per le singole U.D)

Modulo Base

  • BAS2 Il Patrimonio Naturale (2 CFE) (CTB2)
  • BAS4 Il Patrimonio Archeologico, Storico e Artistico (2 CFE) (CTB4)
  • BAS8. Il Patrimonio Culturale Immateriale (2 CFE) (CTB3)
  • BASRX: Il Patrimonio Materiale e Immateriale Regionale (il modulo attivato sarà diverso in base alla regione di provenienza del corsista)

Modulo Quality Management

  • QMN6 Quality Management (2 CFE)

Modulo Professionalizzante

  • SPE4 Turismo Naturalistico e Ecoturismo (1 CFE) (CTS22)
  • SPE5 Turismo Sostenibile (1 CFE) (CTS20)
  • SPE13 Il Mercato Turistico (1 CFE) (CTS120)
  • SPE15 Marketing Turistico (1 CFE) (CTS7)
  • SPE17 Legislazione Turistica (2 CFE) (CTS5)
  • SPE26 Tecnologie Innovative e Social Media (2 CFE) (CTS7)
  • SPE42 Escursionismo e Sentierologia (1 CFE) (CTS123)
  • SPE43 Progettazione e Realizzazioni Itinerari Naturalistici (2 CFE) (CTS3, CTS14, CTS84, CTS85)
  • SPE44 Gestione del Rischio in ambito escursionistico  (1 CFE) (CTS124)
  • SPE46 Tutela Ambientale e Paesaggistica (1 CFE) (CTS5)
  • SPE47 Elementi di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità (1 CFE) (CTS118)

Modulo Trasversale

  • TRA3: Comunicazione e stili comunicativi  (CTT21)
  • TRA4: Gruppi di lavoro e Gestione dei Conflitti  (CTT3, CCT4)
  • TRA13: Privacy e Protezione dei Dati
  • TRA14: Responsabilità Civile, Penale e Tutela del Consumatore
  • TRA15: Economia Aziendale (CTT10, CCT22, CCT24)
  • TRA16: Informatica per la comunicazione : Videoconferenze, webinar e Dirette Streaming (CTT5)

Le seguenti Unità Didattiche

  • BASRX: Il Patrimonio Materiale e Immateriale Regionale
  • SPE42 Escursionismo e Sentierologia
  • SPE43 Progettazione e Realizzazioni Itinerari Naturalistici
  • SPE44 Gestione del Rischio in ambito escursionistico
  • SPE46 Tutela Ambientale e Paesaggistica

Prevedono che il candidato, al fine di acquisire i crediti previsti, svolga un compito scritto i cui contenuti hanno come obiettivo, la dimostrazione di abilità e competenze compatibili con quanto previsto dalle singole U.D di riferimento e soprattutto, con le peculiarità territoriali di appartenenza dei corsisti.

Il contenuto didattico di tutte le U.D nella loro globalità sono in linea alle conoscenze previste per la figura professionale in uscita secondo quanto previsto dallo Standard Professionale di riferimento: Guida Naturalistica (Guida Ambientale Escursionistica) – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza (link al sito AIPTOC)

 

 

In fondo a questa pagina, alla voce “Conoscenze, abilità e competenze acquisite a fine corso” una sintesi dei contenuti suddivise in base ai “compiti e attività”  della Guida naturalistica.

Costo

Costo di iscrizione intero percorso rateizzato € 1280 (128 in sede di prima iscrizione + 12 rate di € 128)
Clicca per il Pagamento prima rata(in caso di pagamento rateale)

In caso di pagamento totale all’inizio del corso si applica uno sconto del 40%

Intero percorso formativo € 768 (Clicca per acquistare l’intero corso)

Dopo aver acquistato il corso (unica soluzione o a rate), registratevi nella piattaforma di E-Learning www.faditalia.it per la frequenza e richiedete l’iscrizione online al corso (o, in alternativa, inviate comunicazione di avvenuta iscrizione a turismo@centrostudihelios.it), provvederemo ad abilitarvi alla frequenza del percorso formativo nell’arco della stessa giornata della vostra comunicazione.

* In caso di pagamento rateale, l’attivazione delle singole U.D è legata allo stato di avanzamento dei pagamenti. Le rate vanno pagate prima dell’attivazione delle singole U.D successive alla prima.

Per informazioni: Centro Studi Helios 0932 229065 mail: turismo@centrostudihelios.it

Il Corso Online Operatore del Turismo Esperienziale è caratterizzato dai seguenti aspetti:

  • Conforme agli standard europei EQF e ECVET: Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualification Framework – EQF), ) e la Raccomandazione 2009/C 155/02 (Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale -ECVET)
  • Percorso Formativo riconosciuto dall’Associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali (AIPTOC) autorizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) a rilasciare Attestato di qualità e di qualificazione professionale dei Servizi ai sensi degli Artt. 4, 7 e 8 della legge 4/2013
  • Compatibile con l‘Elenco delle Competenze del Turismo, dell’Arte e dello Spettacolo (ECTAS). Il completamento dell’intero percorso formativo permetterà il riconoscimento per l’inserimento nell’elenco Professionisti del Turismo, delle Arti e dello Spettacolo (EPTAS). Il superamento delle singole Unità Didattiche permetterà il riconoscimento (e relativo inserimento in EPTAS) di singole competenze tematiche. L’inserimento nell’elenco EPTAS è gratuito.
  • Modulare: Ogni Unità Didattica è una unità capitalizzabile, autonoma, con propri crediti ECVET e basata sul principio del trasferimento delle competenza
  • Flessibile:  Potranno essere riconosciuti Crediti Formativi ECVET per attività formative precedentemente svolte in percorsi analoghi e le attività di Tirocinio. Il riconoscimento avverrà nel rispetto delle  “Linee Guida Riconoscimento Crediti Formativi”
  • LifeLong Learnig (Apprendimento permanente): I Corsi LifeLong Learning sono caratterizzati dal fatto che non hanno scadenza, sono sempre aperti ed il corsista potrà sempre accedere al corso anche dopo il suo completamento, al fine di usufruire degli aggiornamenti e delle novità relative ad alcuni dei contenuti didattici del percorso formativo.
  • E-learning: Il corso può essere frequentato online da qualunque luogo e in qualsiasi orario della giornata.

Conoscenze, Abilità e Competenze acquisite a fine corso

Compiti fondamentali e attività specifiche 

  • T1: Valutare i bisogni e le aspettative dell’utenza per il settore di riferimento (domanda)
  • T2: Individuare scopo, obiettivi e tipologia dell’offerta (Es: percorsi naturalistici classici, percorsi didattici, percorsi tematici ambientali, ecc.)
  • T3: Analizzare il Contesto di riferimento
    • 1 Individuare e Analizzare la normativa di settore
    • 2 Individuare e Analizzare gli stakeolders (chi sono le parti interessate: interne/esterne)
    • 3 Individuare e Analizzare le attrazioni (Patrimonio Naturale e Ambientale)
  • T4: Progettare l’Offerta
  • T5: Comunicare l’offerta
  • T6: Realizzare l’offerta
    • 1: Pianificare le attività dal punto di vista qualitativo, operativo e della prevenzione dei rischi
    • 2: Definire procedure e regolamenti interni
    • 3: Gestire le risorse economiche (budget)
    • 4: Gestire le risorse umane (staff)
    • 5: Guidare in sicurezza il gruppo lungo l’itinerario prestabilito
    • 6: Garantire il corretto svolgimento delle escursioni
    • 7: Effettuare Educazione Ambientale
    • 8: Verificare e controllare il rispetto della normativa vigente applicabile
    • 9: Monitorare la qualità del servizio
  • T7: Migliorare l’offerta (miglioramento continuo)

Compiti facoltativi

  • T8: Effettuare in prima persona interventi di primo soccorso in caso di incidenti o malore
  • T9: Interfacciarsi in lingua straniera in funzione del target territoriale di riferimento dei propri clienti

Nota: L’aspetto facoltativo T8 è legato alla presenza, nel team di accompagnatori dell’escursione, di una figura in possesso delle competenze per effettuare interventi di primo soccorso in caso di incidenti o malore (competenze dimostrate dal possesso del certificato rilasciato a seguito della frequenza di un corso di primo soccorso BLS erogato da enti autorizzati). Nel caso la Guida Naturalistica sia l’unico componente del team di accompagnatori, il compito T8 diventa obbligatorio.

La competenza del compito T9 può essere messe a disposizione anche da altri componenti del team di accompagnatori laddove la richiesta dell’utenza lo preveda.

7. Competenze, Abilità e Conoscenze

Di seguito vengono elencati i compiti e le attività specifiche associando, per ogni compito o attività specifica i requisiti di conoscenze, abilità e competenze. Verrà infine indicata una matrice di correlazione riassuntiva al fine di fornire una rappresentazione sintetica e complessiva di quanto esposto.

Compito T1: Valutare i bisogni e le aspettative dell’utenza per il settore di riferimento (domanda)

Competenze

  • CTS7: Utilizzare gli strumenti del Marketing Turistico Territoriale
  • CTS9: Effettuare l’Analisi dei Bisogni
  • CTQ1-1 Identificare e analizzare i fabbisogni, anche impliciti, dei clienti

Abilità

  • SQ1: Capacità di analisi
  • SQ2: Capacità di sintesi
  • SQ10: Analizzare i requisiti espliciti, impliciti e cogenti dell’utenza
  • SP15: Analizzare la domanda di settore

Conoscenze

  • KQ2: Quality Management – Fattori, indicatori e standard della qualità nei servizi
  • KQ22: Quality Management – Fattori (dimensioni) e indicatori di qualità
  • KS6: Turismo Naturalistico
  • KS29: Marketing Turistico
  • KQ33: Quality Management – Analisi dei requisiti delle parti interessate

Compito T2: Individuare scopo, obiettivi e tipologia dell’offerta

Competenze

  • CTS114: Individuare scopi e obbiettivi dell’offerta

 Abilità

  • SP71: Individuare e classificare le varie tipologie di escursioni

 Conoscenze

  • KS190: Percorsi naturalisti-ambientali (classificazione e concetti base)
  • KS191: Caratteristiche delle escursioni

Compito T3: Analizzare il Contesto di riferimento

Attività: T3.1 Individuare e Analizzare la normativa di settore

Competenze

  • CTS1: Identificare e analizzare le norme di tutela e fruizione del Patrimonio Culturale applicabili
  • CTS2: Identificare e analizzare la normativa sulla privacy applicabile
  • CTS3: Identificare e analizzare la normativa sulla sicurezza applicabile
  • CTS5: Identificare e analizzare la legislazione turistica applicabile
  • CTS123: Identificare e analizzare la legislazione in materia di permessi e autorizzazioni per le escursioni

Abilità

  • SQ1: Capacità di analisi
  • SP1: Individuare e valutare l’applicabilità delle norme di tutela e Fruizione del Patrimonio Culturale e Paesaggistico
  • SP2: Individuare e valutare l’applicabilità della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro con pertinenza al proprio settore di riferimento
  • SP4: Individuare e valutare l’applicabilità della Legislazione Turistica

Conoscenze

  • KS39: La normativa per la tutela e la fruizione dei Beni Culturali
  • KS40: I criteri per la tutela dei beni culturali
  • KS41: I vari livelli di tutela
  • KS43: I Beni paesaggistici
  • KS47: La normativa sulla Privacy e la filiera turistica
  • KS48: Il Regolamento europeo 2016/679
  • KS49: La normativa sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro nella filiera turistica
  • KS52: Normativa per la tutela del consumatore
  • KT22: Normativa in materia di responsabilità civile e penale
  • KS106: Legislazione Turistica

Attività: T3.2 Individua e Analizza gli stakeolders (chi sono le parti interessate: interne/esterne)  

Competenze

  • CTS13 Analizzare gli Stakeholder strategici

Abilità

  • SQ1: Capacità di analisi
  • SP24: Individuare gli Stakeholder Strategici

Conoscenze

  • KS27: Sistemi turistici locali
  • KS28: Istituzioni e promozione turistica
  • KS24: Destination Management Organizzation (DMO)
  • KS92: Organismi di tutela e vigilanza
  • KTN12: Gli organi di tutela e vigilanza ambientale

Attività: T3.3 Individua e Analizza le attrazioni (Patrimonio naturale e Ambientale)

Competenze

  • CTB21: Individuare le attrazioni endogene naturali
  • CTB22: Individuare le attrazioni endogene culturali che possono essere messi in correlazione con i percorsi naturalistici e ambientali, al fine di approfondire la conoscenza di elementi di identità locali non solo dal punto di vista naturalistico ma anche antropico, storico e culturale.
  • CTB20: Individuare le Attrazioni indotte
  • CTB2 Saper analizzare e descrivere il Patrimonio Naturalistico

Nota:

Le attrazioni vengono in questo contesto suddivise in:

  • Attrazioni endogene: attrazioni naturali (montagne, laghi, spiagge, fiumi, clima, etc.) o culturali (cucina, artigianato, lingua, usi e costumi, monumenti, fatti storici, etc.)
  • Attrazioni indotte: infrastrutture turistiche, eventi speciali, attività ricreative e sportive, ecc.

Abilità

  • SQ1: Capacità di analisi
  • SP30: Analizzare e relazionare il Patrimonio Naturalistico
  • SP72: Conoscere e analizzare contesto antropico del proprio territorio
  • SP74: Conoscere e analizzare le attrazioni endogene culturali del proprio territorio
  • SP75: Conoscere e analizzare le attrazioni indotte

Conoscenze

  • KS3: Turismo Naturalistico
  • KTN: Il Patrimonio Naturalistico
  • KTN1: Le Aree Naturali Protette
  • KTN2: Parchi e Riserve Naturali
  • KTN3: Le riserve Naturali
  • KTN4: Rete Natura 2000
  • KTN5: Siti di Interesse Comunitario (SIC)
  • KTN6: Zone di Protezione Speciale (ZPS)
  • KTN7: Zone Speciali di Conservazione (ZSC)
  • KTN8: Le Zone Umide
  • KTN9: I Geositi
  • KTN10: Strumenti di Gestione delle Aree Naturali Protette
  • KTN11: I Piani Paesaggistici
  • KTN13: Strategie per la Biodiversità
  • KS191: Geografia antropica
  • KS194: Attrazioni endogene culturali territoriali
  • KS196: Attrazioni indotte territoriali

Compito T4: Progettare l’offerta

Individuare e configurare l’escursione (percorsi naturalistici e/o didattici) ed eventuali servizi di supporto aggiuntivi all’offerta base (Es: animazione di gruppi, didattica, ricettività, ristoro, fornitura di materiali di supporto, opuscoli didattici e informativi, ecc)

Competenze

  • CTB23: Individuare e saper analizzare il contesto geografico fisico del territorio di riferimento
  • CTQ1-2 Progettare i processi e i servizi necessari all’erogazione dell’offerta
  • CTQ1-7 Applicare Fattori, Indicatori e Standard per la qualità per le attività escursionistiche
  • CTS14: Progettare l’offerta
  • CTS124: Analizzare i servizi di supporto all’offerta
  • CTT2: Utilizzare gli strumenti e le metodologie per la gestione del rischio

Abilità

  • SQ1: Capacità di analisi
  • SQ11 Progettare processi e servizi
  • SQ12: Implementare, documentare e classificare i processi fondamentali
  • SQ14: Proporre cambiamenti di processo per facilitare e razionalizzare i miglioramenti
  • SQ18: Individuare, comprendere e valutare i Fattori, gli indicatori e gli standard della qualità
  • SP17: Contribuire allo sviluppo dell’offerta
  • SP76: Analizzare il Contesto Geografico fisico del Territorio
  • SP85: Analizzare il Contesto Botanico, Zoologico e Antropico del Territorio

Conoscenze

  • KQ1: Quality Management – La norma UNI EN ISO 9001
  • KQ22: Quality Management – Fattori (dimensioni) e indicatori di qualità
  • KQ11: Quality Management – Progettazione e sviluppo;
  • KS197: Progettazione delle Escursioni
  • KS191: Geografia fisica (conoscenza e concetti base)
  • KS198: Servizi di supporto alla offerta base
  • KS99 Risk Management
  • KS199: Tecniche e Metodologie Organizzative per i percorsi escursionistici
  • KS200: Teorie e Tecniche di redazione di un itinerario
  • KS201: Cartografia, Topografia e tecniche di orientamento
  • KS202: Sentieristica e Segnaletica
  • KS203: Teorie e Tecniche escursionistiche
  • KS204:I Rischi Oggettivi dell’escursionismo e la protezione della persona
  • KS205: Elementi di Meteorologia e Climatologia
  • KS206: Servizi e Autorità competenti in caso di incidenti o malori
  • KS208: Nozioni di Botanica, Zoologia e Geografia Antropica del territorio di riferimento
  • KT5: Strumenti informatici e telematici di base
  • KT16: Modelli Organizzativi Aziendali

Compito T5: Comunicare l’offerta

Competenze

  • CTT6: Applicare Strumenti informatici per la comunicazione
  • CTT7: Utilizzare tecniche e metodologie di Marketing Digitale

Abilità

  • SP8: Sviluppare un Piano di Comunicazione per il settore di riferimento
  • SP11: Individuare le tecnologie web da utilizzare per il marketing turistico
  • ST1: Capacità di comunicare
  • ST6: Individuare e applicare gli strumenti informatici per la comunicazione

Conoscenze

  • KQ34: Quality Management – Comunicazione interna ed esterna
  • KS30: Turismo e Comunicazione
  • KS31: Il Piano di Comunicazione
  • KS32: Marketing e Promozione online
  • KS33: Tecniche di Web Marketing
  • KS34: Social Marketing
  • KS35: Online Travel Agencies (OTA)
  • KS100: Informatica per la comunicazione

Compito T6: Realizzare l’offerta

Attività: T6.1: Pianificare le attività dal punto di vista qualitativo, operativo e della prevenzione dei rischi

Competenze

  • CTQ1-3: Pianificazione dei processi e dei servizi
  • CTS85: Pianificare l’offerta escursionistica

Abilità

  • SQ5: Capacità di pianificazione di itinerari escursionistici sulla base della tipologia del gruppo destinatario del servizio e del tempo prestabilito
  • SP40: Saper verificare l’agibilità del percorso
  • SP81: Capacità di individuare attrezzature ed equipaggiamento e valutarne l’adeguatezza

Conoscenze

  • KQ7: Quality Management – Pianificazione e tenuta sotto controllo del servizio
  • KQ8: Quality Management – Il Sistema di approvvigionamento
  • KS209: Attrezzature ed equipaggiamento per le escursioni (classificazione, gestione e manutenzione)

Attività: T6.2: Definire le procedure e i regolamenti interni

Competenze

  • CTQ1-10 Produzione e gestione della documentazione
  • CTT5: Applicare gli strumenti informatici e telematici di base
  • CTT9: Individuare e valutare l’applicabilità di tecniche e metodologie di Organizzazione aziendale

Abilità

  • SQ3: Capacità organizzative
  • SQ13: Realizzare Procedure e Istruzioni Operative per la Qualità

Conoscenze

  • KQ4: Quality Management – La Documentazione di Sistema; il Manuale; Procedure e Istruzioni Operative;
  • KS101: Informatica e Telematica di base

Attività: T6.3: Gestire le risorse economiche (budget)  

Competenze

  • CTQ1-8 Gestione degli Acquisti
  • CTT10: Gestione Economica di base
  • CCT22: Analisi e Gestione del Budget

Abilità

  • ST9: Utilizzare gli strumenti di amministrazione e contabilità aziendale

Conoscenze

  • KQ8: Quality Management – Il Sistema di approvvigionamento
  • KS103: Economia Aziendale
  • KT9: Strumenti di amministrazione e contabilità aziendale

Attività: T6.4: Coordinare le risorse umane (staff)

Competenze

  • CTQ1-9 Sviluppo del personale
  • CTS15: Individua eventuali Gap di competenze dello staff
  • CTT3: Gestione delle relazioni e dei Conflitti
  • CTT4: Gestisce e Coordina il gruppo di lavoro
  • CCT24: Contrattualizzazione

Abilità

  • SQ9: Identificare gap di competenze per la qualità
  • SP18: Identificare gap di abilità e competenze per il settore di riferimento
  • ST2: Capacità di gestione del gruppo
  • ST3: Capacità di gestione dei conflitti

Conoscenze

  • KQ5: Quality Management – La Gestione delle risorse umane
  • KS104: Comunicazione e Gestione dei Conflitti
  • KS105: Stili comunicativi e comunicazione efficace
  • KT13: Contrattualistica

T6.5: Guidare in sicurezza il gruppo lungo l’itinerario prestabilito

Competenze

  • CTT3: Gestione delle relazioni e dei Conflitti
  • CCT21: Comunicazione Interpersonale
  • CTT2: Gestione degli strumenti e le metodologie per la gestione del rischio
  • CTT124: Gestione della Sicurezza Escursionistica

Abilità

  • ST1: Capacità di comunicare anche in relazioni alle diverse caratteristiche, tipologie e aspettative dei clienti
  • ST2: Capacità di gestione e conduzione del gruppo anche in caso di eventi imprevisti
  • ST3: Capacità di gestione dei conflitti
  • SP78: Capacità di individuare e gestire i rischi oggettivi dell’escursionismo
  • SP80: Capacità di valutare le capacità psicofisiche degli utenti
  • SP81: Capacità di individuare attrezzature ed equipaggiamento e valutarne l’adeguatezza
  • SP83: Capacità di riconoscere e gestire il rischio a seconda della tipologia del cliente in funzione del contesto
  • SP87: Capacità di organizzare il soccorso con i servizi competente e disponibili sul territorio

Conoscenze

  • KT1: Comunicazione
  • KT2: Tecniche di gestione dei gruppi
  • KT3: Tecniche di gestione dei conflitti
  • KT24: Elementi di Leadership e Psicologia di gruppo
  • KS99 Risk Management
  • KS204: I rischi oggettivi dell’escursionismo e la protezione della persona
  • KS205: Elementi di meteorologia e climatologia (finalizzati alla comprensione delle situazioni di potenziale pericolo e ai comportamenti di messa in sicurezza)
  • KS206: Servizi e Autorità competenti in caso di incidenti o malori
  • KS210: Elementi di Etologia (Biologia comportamentale)

T6.6: Garantire il corretto svolgimento delle escursioni

Competenze

  • CTQ1-4 Erogazione dei servizi
  • CTQ1-12 Assistenza utenti
  • CTQ2: Applica le metodologie del Quality Management ai processi associati all’offerta escursionistica
  • CTS83: Gestisce l’escursione ed eventuali imprevisti

Abilità

  • SQ4: Capacità di controllo
  • SP37: Saper pianificare e coordinare la manutenzione delle attrezzature e dell’equipaggiamento
  • SP77: Saper utilizzare tecniche e metodologie organizzative per i percorsi escursionistici
  • SP79: Capacità utilizzare le conoscenze di cartografia, topografia ed orientamento
  • ST21: Capacità di rispettare tempi e programmi
  • SP82: Capacità di adattare e modificare razionalmente il percorso sulla base di imprevisti
  • SP86: Capacità di relazionare e informare in relazione al contesto degli itinerari

Conoscenze

  • KQ6: Quality Management – Le risorse logistiche: attrezzature e ambiente di lavoro
  • KQ9: Quality Management – Produzione ed erogazione del servizio;
  • KQ10: Quality Management – Identificazione e rintracciabilità;
  • KS1: Logistica
  • KS199: Tecniche e metodologie organizzative per i percorsi escursionistici
  • KS200: Teorie e Tecniche di redazione di un itinerario
  • KS201: Cartografia, Topografia e tecniche di orientamento
  • KS202: Sentieristica e Segnaletica
  • KS203: Teorie e Tecniche escursionistiche
  • KS208: Nozioni di Botanica, Zoologia e Geografia Antropica del territorio di riferimento
  • KS210: Elementi di Etologia (Biologia comportamentale)
  • KS212: Elementi di Interpretazione Ambientale
  • KS213: Elementi di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità
  • KS214: Elementi di Ecologia e Biodiversità
  • KS224: Principi di educazione alimentare

T6.7: Effettuare Educazione Ambientale

Competenze

  • CTT15: Utilizzare conoscenze e competenze per progettare e pianificare percorsi di educazione ambientale
  • CTT16: Utilizzare conoscenze e competenze per realizzare e gestire percorsi di educazione ambientale

Abilità

  • SP36: Effettuare didattica con riferimento alle materie legate alla propria professione
  • SP45: Elaborare Progetti didattici nel settore di riferimento
  • SP46: Curare e gestire percorsi didattici/informativi nel settore di riferimento

Conoscenze

  • KS112: Tecniche e Metodologie della didattica
  • KS127: Metodologie e tecniche per la valutazione della didattica
  • KS211: Elementi di Divulgazione Naturalistica
  • KS208: Nozioni di Botanica, Zoologia e Geografia Antropica del territorio di riferimento
  • KS210: Elementi di Etologia (Biologia comportamentale)
  • KS128 Elementi di Pedagogia
  • KS212: Elementi di Interpretazione Ambientale
  • KS213: Elementi di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità
  • KS214: Elementi di Ecologia e Biodiversità

T6.8: Verificare e controllare il rispetto della normativa vigente applicabile

Competenze

  • CTT1: Applicare e controllare il rispetto delle procedure per la sicurezza delle informazioni
  • CTT11: Applicare e controllare il rispetto delle procedure per la Privacy
  • CTT12: Applicare e controllare il rispetto delle procedure sulla sicurezza nei luoghi di lavoro

Abilità

  • SQ4: Capacità di controllo
  • SP2: Verificare la corretta applicazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro
  • SP4: Verificare la corretta applicazione della Legislazione Turistica
  • SP42: Verificare la corretta applicazione della normativa in materia di Privacy

Conoscenze

  • KS47: La normativa sulla Privacy e la filiera turistica
  • KS49: La normativa sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro
  • KS52: Normativa per la tutela del consumatore
  • KS106: Legislazione Turistica
  • KT20: Normativa smaltimento rifiuti

T6.9: Monitorare la qualità del servizio  

Competenze

  • CTQ1-5 Monitorare i processi e i servizi necessari all’erogazione dell’offerta esperienziale
  • CTQ1-13 Applicare metodologie di Customer Satisfaction

Abilità

  • SQ20: Applicare metodologie e tecniche di monitoraggio
  • SQ21: Applicare metodologie e tecniche di Customer Satisfaction
  • SQ22: Monitorare e Valutare l’erogazione dei servizi

Conoscenze

  • KQ13: Quality Management – Monitoraggi e misurazione dei processi e dei servizi
  • KQ14: Quality Management – La Gestione delle Non Conformità e le Azioni Correttive
  • KQ15: Quality Management – Valutazione della qualità dei servizi

T7: Migliorare l’offerta (miglioramento continuo)

Competenze

  • CTQ1-6 Miglioramento dei processi e dei servizi

Abilità

  • SQ14: Proporre cambiamenti di processo per facilitare e razionalizzare i miglioramenti
  • SQ16: Valutare e analizzare i singoli processi per identificare le azioni correttive e di miglioramento

Conoscenze

  • KQ35: Quality Management – Miglioramento Continuo

Compiti facoltativi

Compito T8: Effettuare interventi di primo soccorso in caso di incidenti o malore

Competenze

  • CTS123: Gestione del Primo Soccorso

Abilità

  • SP84: Applicare in autocontrollo le tecniche di base di primo intervento

Conoscenze

  • KS206: Servizi e Autorità competenti in caso di incidenti o malori
  • KS207: Nozioni e tecniche di primo soccorso in contesto escursionistico (traumi, malori, morsicature di insetti o animali, ustioni)
  • KT23: Standard Basic Life Support (BLS)

Compito T9: Interfacciarsi in lingua straniera in funzione del target territoriale di riferimento dei propri clienti

Competenze

  • CTT8: Lingue straniere

Abilità

  • ST8 Utilizzare le lingue straniere in ambito lavorativo in funzione del target territoriale di riferimento dei propri clienti

Conoscenze

  • KS113: Almeno una lingua straniera in relazione al target territoriale di riferimento dei propri clienti

Corso Online Guida Naturalistica

Share This Post