Master Online in Privacy, Sicurezza Informatica e Smart Working


Master Multi Professionalizzante (6 Professioni).
Descrizione del Master

Il Master permette l’acquisizione delle conoscenze, abilità e competenze associate ai seguenti profili professionali:

    • Manager della Sicurezza Informatica, Archiviazione e Gestione Dati
    • Esperto in Smart Working  
  • Oltre alle seguenti professioni dell’area Privacy ai sensi della UNI 11697
    • Responsabile della Protezione dei Dati (RPD/DPO)
    • Manager della Privacy
    • Specialista Privacy
    • Valutatore Privacy

Il Percorso formativo è caratterizzato dai seguenti elementi:

  • Conforme agli standard europei EQF e ECVET: Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualification Framework – EQF), ) e la Raccomandazione 2009/C 155/02 (Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale -ECVET)
  • Modulare: Ogni Unità Didattica è una unità capitalizzabile, autonoma, con propri crediti ECVET e basata sul principio del trasferimento delle competenza
  • Flessibile:  Potranno essere riconosciuti Crediti Formativi ECVET per attività formative precedentemente svolte in percorsi analoghi e le attività di Tirocinio. Il riconoscimento avverrà nel rispetto delle  “Linee Guida Riconoscimento Crediti Formativi”
  • LifeLong Learnig (Apprendimento permanente): I Corsi LIfeLong Learning sono caratterizzati dal fatto che non hanno scadenza, sono sempre aperti ed il corsista potrà sempre accedere al corso anche dopo il suo completamento, al fine di usufruire degli aggiornamenti e delle novità relative ad alcuni dei contenuti didattici del percorso formativo.
  • E-learning: Il Master può essere frequentato online da qualunque luogo e in qualsiasi orario della giornata.

Destinatari

  • Liberi Professionisti e Consulenti Aziendali;
  • Responsabili e Manager della Pubblica Amministrazione;
  • Responsabili della Qualità
  • Responsabile Sicurezza Informazioni;
  • Imprenditori e manager aziendali

Strutturazione del percorso formativo, Livello EQF e Crediti ECVET assegnati
1500 ore di impegno totale (carico di lavoro complessivo necessarie per ottenere i risultati dell’apprendimento) distribuibili in media in un semestre e strutturate in:

    • 540 ore di formazione in modalità E-learning
    • 350 ore Project Work, Tirocinio Lavorativo, Stage o una combinazione degli stessi
    • 610 ore di impegno da dedicare allo studio individuale, al tempo per la preparazione per gli esami e la stesura della tesi finale.

Crediti Formativi ECVET (CFE): 60 (49 per le U.D, 11 per il Project Work/Tirocinio/Stage)
Livello EQF: 6

Sintesi delle Unità Didattiche (U.D)

QMN1 Sistemi di Gestione per la Qualità 1 (2 CFE)
QMN2 Sistemi di Gestione per la Qualità 2 (2 CFE)
QMN3 Audit Interni  e Sistemi di Gestione (2 CFE)
QMN12 Sistemi di Gestione delle Informazioni e per la Privacy (2 CFE)
QMN13 Qualità, Privacy e Sicurezza Informatica (2 CFE)
QMN14 Monitoraggio e Audit per la Privacy e la Sicurezza Informatica (2 CFE)

 

FTE1 La normativa in materia di Privacy (2 CFE)
FTE2 Protezione dei Dati e Sicurezza Informatica  (2 CFE)
FTE3 Risk Management (2 CFE)
FTE4 Analisi dei Rischi e Privacy (2 CFE)
FTE5 Linee Guida, trattamenti e casi particolari in ambito Privacy (2 CFE)
FTE6 Gestione e Archiviazione Dati (2 CFE)
FTE7 Marketing Aziendale (2 CFE)
FTE8 Office Automation 1 (2 CFE)
FTE9 Office Automation 2 (2 CFE)
FTE10 Organizzazione di Impresa (2 CFE)
FTE11 Telelavoro (Smart Working) (2 CFE)
FTE12 Telelavoro e Sicurezza sul Lavoro (2 CFE)
FTE13 Sistemi per le Videoconferenze (2 CFE)
FTE14 Informatica e Telematica 1 (1 CFE)
FTE15 Informatica e Telematica 2 (1 CFE)
FTE16 Cultura sostenibile e ambientale (2 CFE)
FTE17 Gestione delle Risorse Umane (2 CFE)
FTE18 Manutenzione e Gestione delle Attrezzature (2 CFE)
FTE19 Comunicazione e stili comunicativi (1 CFE)
FTE20 Gruppi di lavoro e Gestione dei Conflitti (1 CFE)
FTE21 Sicurezza nei Luoghi di lavoro (1 CFE)

 

Project Work/Tirocinio Lavorativo e Tesi Finale

L’attività di Project Work avrà come obiettivo lo sviluppo di un progetto relativo a contesti reali concordati con il Tutor didattico. L’impegno complessivo per il Project Work è di almeno 350 ore. In alternativa è possibile sostituire il Project work con attività di tirocinio lavorativo o attività di Stage nel rispetto di quanto previsto dal regolamento “Linee Guida Riconoscimento CFE”. Prima dell’esame finale è necessario aver presentato anche la tesi finale da concordare, nei contenuti, con la segreteria didattica.

Esame Finale
I Partecipanti, una volta acquisti 60 Crediti ECVET e presentata la tesi finale, potranno accedere all’esame finale orale (eventualmente, su richiesta, in videoconferenza)

Profilo Professionale e normativa di riferimento

Chi sono le figure professionali in uscita

Premessa: Tutte le figure in uscita sono figure professionali, ad alto contenuto intellettuale, che possiedono competenze specifiche nel proprio settore di riferimento e possono svolgere le attività sia per conto proprio (lavoro autonomo) sia per altre parti interessate in qualità di Esperto/Consulente

Manager della Sicurezza Informatica, Archiviazione e Gestione Dati

Il Manager della Sicurezza Informatica, Archiviazione e Gestione Dati possiede competenze specifiche per svolgere attività di:

  • Archiviazione e gestione delle informazioni
  • Analisi dei rischi informatici
  • Definizione di strategie per la gestione della sicurezza delle informazioni
  • Coordinamento delle risorse dei sistemi informativi
  • Supportare la direzione aziendale ed effettuare consulenza in materia Sicurezza informatica, archiviazione e gestione dati

Esperto in Smart Working (Telelavoro) 

L’Esperto in Smart Working possiede competenze specifiche per svolgere attività di:

  • Individuare e predisporre la tecnologia necessaria per predisporre una postazione di telelavoro
  • Individuare le tipologie organizzative e la normativa per il telelavoro
  • individuare ed utilizzare i principali strumenti per le videoconferenze
  • Supportare la direzione aziendale ed effettuare consulenza in materia di telelavoro

Responsabile Protezione dei Dati (RPD) o Data Protection Officer (DPO) 

Il Responsabile della Protezione dei Dati (RPD) o Data Protection Officer (DPO) è una figura  corrispondente al profilo professionale dal Regolamento UE 2016/679. Il ruolo del RPD/DPO può essere ricoperto sia da dipendenti interni che da consulenti esterni. Le conoscenze, abilità e competenze sono definiti in conformità ai requisiti dello standard UNI 11697:2017*

* UNI 11697:2017: “Attività professionali non regolamentate – Profili professionali relativi al trattamento e alla protezione dei dati personali – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”.

Manager Privacy

Il Manager Privacy è una delle figure previste dalla norma UNI 11697:2017 “Attività professionali non regolamentate – Profili professionali relativi al trattamento e alla protezione dei dati personali – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”. Tale figura coordina le attività di trattamento di dati personali.

Missione: coordinare trasversalmente i soggetti coinvolti nel trattamento dei dati personali, al fine di garantire il rispetto delle norme di legge applicabili e il raggiungimento nonché il mantenimento del livello di protezione adeguato in base allo specifico trattamento di dati personali effettuato, coordinando trasversalmente i soggetti in esso coinvolti (Definizione da UNI 11697: 2017 punto 5.2)

Specialista Privacy

Lo Specialista Privacy è una delle figure previste dalla norma UNI 11697:2017 “Attività professionali non regolamentate – Profili professionali relativi al trattamento e alla protezione dei dati personali – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”. Tale figura cura la corretta attuazione del trattamento di dati personali. E’ L’esperto operativo per la protezione dei dati personali.

MissioneSvolge le attività operative che si rendono progressivamente necessarie durante tutto il ciclo di vita di un trattamento di dati personali collaborando con una figura manageriale (quale il manager privacy competente).  (Definizione da UNI 11697: 2017 punto 5.3)

Valutatore Privacy 

Il Valutatore Privacy è una delle figure previste dalla norma UNI 11697:2017 “Attività professionali non regolamentate – Profili professionali relativi al trattamento e alla protezione dei dati personali – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”. Tale figura controlla la conformità del trattamento di dati personali a leggi e regolamenti applicabili.

Missione: Esamina periodicamente il trattamento di dati personali di dati personali, valutando ilrispetto di leggi e regolamenti applicabili e approva le misure necessarie a eliminare eventuali non-conformità rilevate, mantenendo una posizione indipendente da chi svolge attività manageriali e operative.  (Definizione da UNI 11697: 2017 punto 5.4)

Normativa di riferimento
L’attività professionale oggetto del presente percorso formativo costituisce attività professionale non regolamentata ai sensi dell’art. 2 della Legge n. 4/2013 che comprende le professioni non organizzate in ordini o collegi.

Attestazioni rilasciate

  • Manager in Sicurezza Informatica, Archiviazione e Gestione Dati
  • Esperto in Telelavoro (Smart Working) e Videoconferenze

Vengono inoltre rilasciati i seguenti attestati dell’area Privacy ai sensi della UNI 11697

  • Responsabile della Protezione dei Dati (RPD/DPO)
  • Manager della Privacy
  • Specialista Privacy
  • Valutatore Privacy

Costo

Costo di iscrizione intero percorso rateizzato € 2750 (€ 250 in sede di prima iscrizione + 10 rate di € 250)
Pagamento prima rata (in caso di pagamento rateale)

In caso di pagamento totale all’inizio del corso si applica uno sconto del 40%

Intero percorso formativo € 1650,00 (Acquista intero corso)

Dopo aver acquistato il corso (unica soluzione o a rate), registratevi nella piattaforma di E-Learning www.faditalia.it per la frequenza e richiedete l’iscrizione online al corso (o, in alternativa, inviate comunicazione di avvenuta iscrizione a turismo@centrostudihelios.it), provvederemo ad abilitarvi alla frequenza del percorso formativo nell’arco della stessa giornata della vostra comunicazione.

* In caso di pagamento rateale, l’attivazione delle singole U.D è legata allo stato di avanzamento dei pagamenti. Le rate vanno pagate prima dell’attivazione delle singole U.D successive alla prima.

Per informazioni: Centro Studi Helios 0932 229065 mail: turismo@centrostudihelios.it

Maggiori informazioni sul programma:

Il Regolamento UE 2016/679 

  • Le principali novità del nuovo regolamento in materia di Privacy
  • Struttura del Regolamento, termini e definizioni
  • I personaggi coinvolti
  • Principi del trattamento
  • I Fondamenti di liceità del trattamento
  • L’informativa  ed il consenso informato alla luce della nuova norma
  • I diritti degli interessati
  • Il trasferimento dei dati personali
  • Il nuovo registro delle attività di trattamento
  • Il Diritto all’oblio
  • Il diritto alla portabilità dei dati
  • Il principio di “accountability”
  • Il principio della “privacy by default”
  • Il principio della “privacy by design”
  • Il nuovo sistema sanzionatorio
  • Approccio basato sul rischio
  • Autorità di controllo indipendenti
  • La nuova figura del Responsabile della protezione dei dati (RPD)
  • Linee Guida sui responsabili della protezione dei dati
  • Profilo e compiti del RPD
  • Quando designare il RPD
  • DPO interno o esterno
  • Le conoscenze di un RPD
  • Abilità e competenze del RPD
  • Qualità personali
  • Posizione del RPD
  • Indipendenza del ruolo
  • Il conflitto di interessi

Linee Guida e casi particolari in ambito privacy

  • Sito web e Normativa sulla Privacy
  • Web Marketing
  • La profilazione
  • Controlli sul lavoro
  • Video Sorveglianza
  • Le nuove tecnologie
  • I dispositivi mobili
  • I Trattamenti a rischio specifico
  • Il Trattamento dei dati personali nel settore sanitario
  • Gli obblighi da parte delle strutture sanitarie e degli operatori sanitari
  • Procedure operative e modulistica di supporto
  • Provvedimenti del Garante
  • Studio di situazioni e best practices
  • Norme tecniche ISO/IEC per la gestione dei dati personali

Analisi dei Rischi

  • Il concetto del rischio
  • Risk Management: concetti tecniche e metodologie
  • Il Grafico del rischio
  • Le norme sulla valutazione dei rischi e sul Risk Management
  • Cenni a:ISO Guide 73, AS/NZS 4360, ISO 9001, ISO 31000, ISO 31010, UNI 11230, FAMIGLIA NORME ISO 27000, ISO/IEC 29134
  • Tecniche di valutazione dei rischi
  • Elenco dei principali rischi critici
  • Misure di prevenzione e mitigazione
  • Linee Guida sulla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e consultazione preventiva
  • Valutazione d’impatto sulla protezione dei dati (DPIA)

Protezione dei Dati e Sicurezza Informatica

  • La Protezione dei dati personali digitalizzati
  • Sistemi informativi e sistemi informatici
  • La sicurezza informatica
  • Tecniche per il controllo dell’accesso
  • Pseudonimizzazione e Cifratura dei dati
  • Liste di controllo
  • Cenni alla computer forencics (analisi criminologica di sitemi informativi)
  • Le minacce informatiche
  • I dati non strutturati
  • Tecniche di attacco informatico e contromisure
  • Le nuove tecnologie
  • I Big Data
  • I dispositivi mobili
  • Studio di situazioni  e best practices
  • Cenni di telematica e normativa di settore
  • Archiviazione informatica dei dati: dai nastri magnetici al Cloud Storage
  • Principali servizi di Cloud Storage
  • Cenni all’ingengeria del software per la protezione dei dati
  • Architetture per la gestione dei dati informatici e requisiti
  • Office Automation
  • L’impatto di ICT  nell’organizzazione aziendale
  • Standard di sicurezza ICT
  • Norme di legge in materia di trattamento e protezione dei dati nell’ambito delle comunicazioni elettroniche

Sistemi di Gestione e Audit

  • Il Concetto di qualità nei servizi
    • Il concetto di qualità secondo la nuova norma UNI EN ISO 9001:2015
    • requisiti impliciti, espliciti e obbligatori,
    • caratteristiche
  • Il concetto di servizio
    • Il concetto di servizio secondo la nuova norma UNI EN ISO 9001:2015
    • caratteristiche del servizio
    • approfondimenti sul concetto di servizio
  • Il concetto di processo
    • Il concetto di processo secondo la nuova norma UNI EN ISO 9001:2015,
    • fasi del processo
    • tipi di processo
    • esempi di processo
    • efficacia ed efficienza dei processi
  • Un nuovo approccio per la Qualità: Il concetto di rischio
  • Altri termini e concetti base per la qualità
    • Organizzazione
    • obbiettivi, obiettivi per la qualità, successo, miglioramento continuo
    • politica della qualità, vision, mission, strategia
    • evidenze oggettive, termini per gli audit.
  • Fattori, indicatori e standard della qualità nei servizi
    • La proposta Zeithamal, Parassuraman e Berry
    • L’albero della qualità del servizio
    • esempi di fattori e di indicatori.
  • Sistemi di Gestione per la Qualità: evoluzione normativa
  • Una nuova definizione di qualità in ambito turistico culturale
  • Fattori e indicatori di qualità nei servizi turistici
  • Gli standard di qualità
  • Le dimensioni della qualità
  • Una metodologia per l’individuazione degli indicatori e degli standard della qualità
  • La Carta dei servizi turistici
  • Il Modello delle 4Q
  • La struttura del Modello delle 4Q
    • Qualità Pianificata (Qpia)
    • Qualità Erogata (Qero)
    • Qualità Percepita (Qper)
    • Risorse (R)
    • Comunicazione (C)
  • Audit
    • Le verifiche ispettive interne (Audit): termini e definizioni; tipologia di Audit, Audit di prima, seconda e terza parte;
    • Esempi di procedure operative
    • Le novità della norma ISO19011 del 2018; ampliamento dello scopo, definizione di rischio,
    • La struttura della norma UNI EN ISO19011
    • Principi dell’attività di Audit e parti interessati alle verifiche
    • Competenze e valutazione degli Auditor
    • Fasi delle verifiche ispettive
    • Utilizzo di checklist di settore
    • Introduzione alla integrazione dei sistemi di gestione
    • Aspetti operativi per l’integrazione dei sistemi

Lo Smart Working 

  • Telelavoro e Smart Working: termini e definizioni
  • Vantaggi e Svantaggi del lavoro a distanza
  • Ambiti settoriali in cui è possibile applicare il lavoro a distanza
  • Tipologie organizzative di lavoro a distanza
    • Domiciliare
    • Mobile
    • I Centri di Telelavoro
    • L’Impresa Virtuale
    • Co-working
    • La normativa in materia di telelavoro e smart working
    • Aspetti contrattuali nel lavoro a distanza
    • Aspetti previdenziali nel lavoro a distanza
    • Le emergenze sanitarie e il lavoro a distanza
    • Lavoro agile linee guida (Direttiva n. 3 del 2017 in materia di lavoro agile)
  • Internet e Telematica per il lavoro a distanza
  • Condivisione dei contenuti
  • Conference Call
  • Videconferenze
  • Strumenti per il controllo remoto
  • Attrezzare una postazione per il telelavoro
  • Strumenti e software per le videoconferenze
    • GotoMeeting
    • Skype
    • Google Hangouts
    • Adobe Connect
    • Teleskill
    • Microsoft Teams
    • Altri strumenti e software per le videoconferenze
    • Protezione dei Dati e Telelavoro
    • Privacy e Telelavoro
Share This Post
Translate »